Breaking News:

Clamoroso! Babbo Natale sfrattato da casa minaccia: “Vi cago nel camino!”

Non sembra averla presa bene il sig. Natale Babbo dopo aver ricevuto la lettera di sfratto che lo invitava ad abbandonare la casa in Lapponia entro pochi giorni.
Ricostruiamo la vicenda: lo scorso Novembre il sig. Natale aveva già iniziato a progettare la ristrutturazione della casa con l’abbattimento del camino per far spazio ad un’economica stufa a pellet, il cambio zoccoli per qualche renna a fine corsa, l’aggiustamento della slitta non più performante (SPL), avviato colloqui per assumere a cottimo alcuni elfi dei boschi per sbrigare la pratiche su pacchi speciali, il tutto cercando di mantenere fede alla Tradizione. Solamente che, intento com’era a lisciarsi la bella barba bianca frutto di anni passati a pettinarsi allo specchio, non si è accorto che in Lapponia non nevica più da anni, la temperatura si è alzata favorendo lo scioglimento dei ghiacci con conseguente spiaggiamento della balena bianca, la slitta è diventata inutilizzabile, le renne ora mangiano paglia bio e nel frattempo hanno inventato il gatto delle nevi che va anche su terra, mentre l’unico gatto che il sig. Natale tiene in casa passa le giornate a guardare fuori dalla finestra ad immaginarsi una gattina cativa che gli raspi il muso.
‘A cosa serve un uomo con una slitta a renne senza neve?’ si sono chiesti all’assemblea generale della giochi per il Titano srl.
Così, lo scorso 4 Dicembre, la notizia dello sfratto ha colto impreparato il sig. Natale che ha reagito come farebbe un’anziano scorbutico quando capisce che il mondo continuerà ad andare avanti anche senza di lui: dare in escandescenza. “E’ stato un colpo!” ha dichiarato seccamente ed ora minaccia clamorose ritorsioni.
Le autorità fanno sapere che nel corso degli anni l’uomo aveva già mostrato preoccupanti segni di cedimento e nonostante fosse seguito dai servizi sociali era riuscito a mantenere il suo posto grazie ad una fitta rete di fedelissimi inseriti nei posti chiave dello smistamento e del facchinaggio ma il sensibile calo dei volumi di vendita dovuti all’avvento di Amazon hanno messo con le spalle al muro il sig. Natale che ora dovrà affrontare i prossimi anni in una baita di legno.
Dalle ultime notizie trapelate dalle agenzia di stampa l’uomo si è barricato in casa minacciando chiunque si avvicini: “VIA DALLE SCALETTE! SONO MIE!” e pare che stia lasciando escrementi a forma di bandierina sopra le letterine dei bambini arrivate nei mesi scorsi, comportamento tipico degli animali selvatici per marcare il territorio.
Vi terremo aggiornati.

Informazioni su Muzio Scavolani ()
Dal 1980 cercano di etichettargli il nome Luca Pedoni e dedica corpo ed anima (non è ancora scientificamente dimostrato se ne ha una) ad alimentarsi. Da piccolo trascriveva le bestemmie del nonno davanti alla tv nel diario di ricette di Suor Germana della nonna. Attualmente è senza mani per cui scrive con la punta del naso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: